• Redazione

La Chiesa non sará mai chiusa

di Manoel Gomes


Dopo due mesi senza celebrazioni liturgiche con partecipazione dei fedeli, compreso il Triduo Pascal, centro di tutto l’anno liturgico, le chiese riaprono in Italia. Non è sicuramente un ritorno alla medesima situazione di prima, perchè la pandemia non è scomparsa. Però la gioia di tante persone che vedono la possibilità di riprendere la loro vita in comunità è più grande delle limitazioni che si presentano.


Nel periodo in cui non è stato possibile andare alle chiese per partecipare delle celebrazioni molti lamentavano su questo, altri invece ne hanno approfittato per pregare più come famiglia e sentirsi Chiesa anche se allontanato dal tempio. Il momento che viviamo ci obbliga a domandarci: la Chiesa infatti è stata chiuse?


Non possiamo fare poco caso dell’importanza del tempio per il cristianesimo, ma anche per qualsiasi religione oppure ignorare la necessità del fare comunità per vivere coerentemente il Vangelo di Gesù. Però non possiamo dimenticare anche che i nostri edifici ricevono il loro nome dalla comunità che si raduna nel suo interno cioè la Chiesa è anzitutto l’insieme dei fedeli. Nei primi secoli la Chiesa si radunava nelle case e alcune volte nelle catacombe. Loro non erano meno Chiesa di noi che possiamo scegliere quale tempio vogliamo frequentare.


Come è stato pubblicato in un articolo della rivista Civiltà Cattolica, “la Chiesa, se veramente Chiesa, non sarà mai chiusa”. É possibile che ci stiamo separati, che non possiamo salutarci, che non possiamo ricevere temporaneamente i sacramenti, ma tutto ciò non diminuisce il nostro senso ecclesiale. Ognuno a casa sua, ma consapevole che non è solo: in tutto il mondo c’è un’infinità di fratelli e sorelle che professano la stessa fede e sperano la stessa salvezza.


Nelle comunità del Brasile c’è una canzone antica e molto conosciuta che dice: “io sono Chiesa, tu sei Chiesa, siamo la Chiesa del Signore”. Quando tutti hanno questa coscienza è più facile andare avante nella vita di fede, altrimente cadremo nel ritualismo e legalismo. Ci rallegriamo per la riapertura delle chiese, andiamo alle celebrazioni, ma senza dimenticare che persino fuori del tempio restiamo ad essere Chiesa.

0 visualizzazioni

La Società San Paolo è una Congregazione Religiosa fondata nel 1914 in Italia ad Alba (Cuneo) dal Beato Giacomo Alberione.